Trasimeno Gamay

consorzio tutela vini trasimeno

Un nome, un equivoco una grande storia d'amore

Il Trasimeno Gamay fa parte della famiglia della grenache (o garnacha, in spagnolo) ed è lo stesso vitigno conosciuto in Sardegna come cannonau, in Liguria come granaccia e come tai rosso dei Colli Berici in Veneto. 

Fin dal suo arrivo nel territorio umbro questo vitigno è stato coltivato con la tecnica ad alberello, di origine francese, e non con la tecnica a “vite maritata”, molto più comune nell’area del Trasimeno e utilizzata già dall’epoca degli etruschi. Per questo motivo ha preso erroneamente il nome di Gamay, vitigno francese allevato ad alberello e utilizzato per la produzione del vino Beaujolais, proveniente dall’omonima regione.

Il Trasimeno Gamay DOC è un vino sapido ed elegante. Nel calice si presenta di un colore rosso rubino luminoso, di media trasparenza e con sfumature che possono andare dal granato al violaceo fino al blu. Il profumo è intenso e fruttato, dominato da sentori di frutti a bacca rossa come lampone, amarena e mirtilli; in alcuni casi si riconoscono aromi di cacao. 

 

Da maggio 2022 è il principale protagonista di Anteprima Trasimeno, la rassegna dedicata alle eccellenze del territorio lacustre.

Rassegna stampa

GAMAY DEL TRASIMENO, A CHE PUNTO SIAMO

di Jacopo Cossater

SI CHIAMA GAMAY IL VINO-ICONA DEL TRASIMENO

di Emiliano Gucci

LA STRANA STORIA DEL GAMAY DEL TRASIMENO

di Sara Boriosi

IL GAMAY, IL VITIGNO DAL NOME SBAGLIATO

di Marco Pareti

Consorzio Tutela Vini Doc Colli Del Trasimeno - P.zza Antonio Gramsci, 1 06061 Castiglione del Lago (PG) C.F. - P.IVA 02216920542

Copyright Consorzio Tutela Vini Trasimeno @2022 all right reserved